progetto:

Il Passo Avanti – verso l’autonomia dei titolari di protezione con vulnerabilità​

20/05/2020
30/06/2022

Linea di Finanziamento

Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione –
A valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020
Obiettivo Specifico 1. Asilo – ON 1 – lett c) – Potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza

Avviso Realizzazione di percorsi individuali per l’autonomia socio-economica.
Prog. 3323. – CUP J19D0000040007

output di progetto

Descrizione progetto:

IL PASSO AVANTI - verso l'autonomia dei titolari di protezione con vulnerabilità

Nel territorio della Regione Veneto, in particolare nelle province di Padova, Vicenza, Treviso e Verona, il numero di cittadini di Paesi terzi titolari di protezione internazionale iscritti all’anagrafe sanitaria è di 238 persone (dati: Anagrafe sanitaria Regione Veneto, estrazione ed elaborazione a cura di A.Ulss 2 Marca Trevigiana – periodo di riferimento 1/4/18-30/9/19). Circa il 15% presenta vulnerabilità psicologiche di differente intensità legate a traumi migratori.

Uno dei primi fabbisogni che emerge è dunque la necessità di reperire dati ed informazioni specifiche su chi, ottenuto il riconoscimento del titolo di protezione internazionale, necessita di supporti e servizi specifici a causa di vulnerabilità psicologiche legate soprattutto a disturbi post-traumatici causati dai percorsi migratori per potersi inserire nella società, a conclusione dei percorsi di accoglienza.

Dal confronto tra Aziende ULSS partner ed enti del privato sociale coinvolti nei percorsi di presa in carico dei titolari di protezione internazionale con tali vulnerabilità, è emersa chiaramente la necessità di costruire delle opportunità di inserimento sociale ed abitativo una volta terminati i dispositivi dell’accoglienza straordinaria (CAS) ed integrata per i casi di vulnerabilità più lievi, non legate a patologie psichiatriche, quanto ai traumi subiti nel corso dei percorsi migratori vissuti, alle difficoltà di adattamento alla realtà trovata nel Paese di accoglienza rispetto alle aspettative iniziali, incertezze e fragilità legate ad una fuoriuscita dai percorsi di accoglienza.

Il Progetto Il Passo Avanti si rivolge a questo target specifico che costituisce un gruppo sul quale l’attenzione delle istituzioni pubbliche e private è rilevante.

Ed è proprio su questo bisogno che si sviluppa l’obiettivo generale, messo a fuoco attraverso gruppi di lavoro attivati precedentemente, ed in continuità con il progetto Spir Net (Salute dei Richiedenti e titolari di Protezione Internazionale attraverso il lavoro di Rete): la promozione di percorsi di autonomia dei titolari di protezione internazionale in condizioni di vulnerabilità non gravi legate a disturbi post-traumatici e socio-psicologici causati dal percorso migratorio, ritenuti in grado di affrontare percorsi individuali di inserimento socio-culturale ed abitativo con supporti che valorizzino competenze, strumenti e reti territoriali in grado di garantirne la sostenibilità.

E’ disponibile, nella sezione Output, la scheda di progetto dettagliata.

progetti correlati