“Il buio. La lunga notte di Stefano Cucchi”

Presentazione della Graphic Novel
“Il buio. La lunga notte di Stefano Cucchi”
di Emanuele Bissattini, Floriana Bulfon, Domenico Esposito e Claudia Giuliani

 

la lunga notte di stefano cucchi
Collana:
Anno edizione: 2018
Pagine: 
ISBN: 9788894953091

Acquista on line

 

 

 

La pubblicazione della Graphic Novel sulla drammatica vicenda è un’occasione che ci sollecita a parlare del faticoso rapporto che intercorre tra il sistema socio sanitario ed assistenziale ed i giovani che escono fuori ‘dagli schemi’: tossicodipendenze, patologie con doppia diagnosi, devianza vengono affrontate dalle istituzioni con il massimo impegno ma – non di rado – con risultati modesti.

In questo incontro, l’IPRS “non vuole  ricordare un’inchiesta che ha mobilitato tutta l’opinione pubblica italiana, ancora oggi in attesa di una verità che sta lentamente affiorando”; anzi è convinto che “Stefano Cucchi,  arrestato la notte del 16 ottobre 2009 dai carabinieri, è deceduto il 22 ottobre nel reparto penitenziario dell’Ospedale Sandro Pertini di Roma, dopo un pestaggio avvenuto la prima notte di arresto”; piuttosto propone una riflessione sul giovane Stefano Cucchi e sulla difficoltà che egli possa avere incontrato nei rapporti con il sistema assistenziale prima del “caso Cucchi”, per capire quali incertezze o quali possibilità si pongano nel confronto con quanti si collocano al limite delle dinamiche sociali e quale sia la qualità dei trattamenti effettivamente disponibili in simili situazioni.

Il caso di Stefano Cucchi è emblematico di tanti altri casi di difficile trattamento, che rimangono sconosciuti perché non balzano all’attenzione della cronaca ma che, ciononostante, mettono similmente in crisi il sistema educativo e socio assistenziale.

L’Istituto Psicoanalitico per le Ricerche Sociali – che da più di trent’anni studia le situazioni di fragilità e di marginalità – si propone di stimolare una riflessione sul problema, rifiutando a priori l’idea che esista un rapporto di causalità con quanto è poi avvenuto nella vicenda giudiziaria.

 

Pietro De Santis e Raffaele Bracalenti ne parlano con gli autori.

Venerdì 14 dicembre, ore 18:00, Passeggiata di Ripetta 11, Roma.

Per Info: segreteria@iprs.it – tel. 06.32652401
Prenotazione su EVENTBRITE.

 


Emanuele  Bissattini. Si  occupa  di  storytelling,  scrittura  creativa,  sceneggiatura  e  copywriting.  Come giornalista ha collaborato con  il  Manifesto,  L’Espresso  e  Il  Messaggero.  Il  suo  primo  romanzo,  Glock  17  (Round  Robin)  è  già  sul  tavolo  di  una  casa  di  produzione  Tv.

Floriana  Bulfon.  Giornalista  d’inchiesta,  scrive  per  l’Espresso  e  Repubblica,  collabora  con  RAI  e  media  internazionali.  Autrice  di  Grande  Raccordo  Criminale,  il  libro  che  ha  descritto  in  anticipo  il  sistema  di  mafia  Capitale.  Si  occupa  di  criminalità  organizzata,  terrorismo  internazionale,  pedofilia,  cyber  security.  Tra  i  riconoscimenti:  Premio  Ciampi  Schiena  dritta,  Premio  Internazionale  Luchetta  miglior  reportage  TV,  Premio  Pietro  di  Donato.

Domenico  Esposito. Studi  all’Accademia  di  Belle  Arti  di  Napoli e laurea  in  Graphic  Design.  Presso la  Scuola  Italiana  di  Comix  si  specializza  in  corsi  di  Fumetto  e  Illustrazione. Lavora  come  illustratore  freelance  e  fumettista  su  progetti  nazionali  e  internazionali.

Claudia  Giuliani. Esordisce  con  la  sua  prima  graphic  novel  Soldi  Sporchi  (Round  Robin)  e  vince  la  prima  Edizione  del  Premio  Andrea  Pazienza,  come  miglior  graphic  novel  d’inchiesta  (Ottobre  2015).  Ha  collaborato  con  le  riviste  Left  e  Legambiente.  Ha  pubblicato    nell’antologia  Visioni  dal  futuro  e  Delirium  per  Electric  Sheeps  Comisc, per  l’edizione  speciale  San  Valentino  e  illustrato  Il  Magico  Videogame  editi  da  Il  Foglio  Letterario.  Collabora  con  Il  Giornale  dei  Monti  Prenestini  ed  è  colorista  per  la  BookMaker  comics.

ROUND ROBIN EDITRICE

La Round Robin persegue l’obiettivo di coniugare narrativa di giovani autori emergenti e inchiesta giornalistica. Negli anni si consolidata nell’ambito della saggistica, del giornalismo investigativo e del graphic journalism con titoli dal forte richiamo al sociale e alla lotta alle mafie. Molte le pubblicazioni degli ultimi anni in cui spiccano autori della grande letteratura italiana, da Andrea Camilleri al premio Nobel, Dario Fo, che hanno contribuito ad alcune pubblicazioni (“Antonino Caponnetto, non è finito tutto” e “Sulla cattiva strada, seguendo Don Gallo”). Rinomati i premi assegnati alla casa editrice, tra cui il Premio Giancarlo Siani, il Premio Andrea Pazienza e la candidatura per tre volte al Premio Strega con “La guerra è finita”, “Orientalia” e “Atlas”.

La lunga notte di Stefano Cucchi

Condividi questo articolo